Tesi di laurea - Prova finale

La prova finale, alla quale il piano didattico del CdS assegna 15 CFU, è volta a dimostrare l'acquisizione da parte dello studente di solide competenze metodologiche e autonome capacità di ricerca nell'ambito di uno dei settori scientifico-disciplinari rappresentati nel CdS. Essa consiste nella discussione pubblica, davanti ad una Commissione composta ai sensi dell'art. 5 del Regolamento Didattico del CdS, di una tesi elaborata in forma originale, che può essere redatta anche in lingua straniera, che abbia l'articolazione e la struttura di una breve monografia e le cui dimensioni non siano comunque inferiori alle 30.000 parole (indici e bibliografia esclusi). L'argomento della tesi sarà di norma pertinente ad una disciplina che fa parte del percorso formativo del CdS ed è concordato con il docente che ne è titolare e che funge da relatore. Il relatore designa a sua volta, possibilmente in accordo con lo studente, il correlatore. Il voto finale è espresso in centodecimi e la prova si intende superata con il conseguimento di almeno sessantasei punti su centodieci. L'eventuale lode è attribuita all'unanimità, così come all'unanimità la Commissione potrà altresì proporre la dignità di stampa o la menzione d'onore.
 

Nella valutazione della prova finale, la Commissione tiene conto in primo luogo della qualità della tesi, e quindi delle conoscenze avanzate, delle competenze di livello specialistico e della maturità critica che il candidato ha dimostrato di aver acquisito elaborando un originale percorso di ricerca nello specifico ambito disciplinare. La Commissione terrà inoltre in debito conto l'andamento della discussione, dando il giusto peso alla padronanza dell'argomento trattato e all'autonomia di giudizio, all'abilità espositiva e alle capacità comunicative di cui il candidato darà prova nel corso della presentazione e del dibattito. In base a questi criteri la Commissione potrà pertanto aggiungere un congruo numero di punti al punteggio calcolato in base alla media conseguita dal candidato negli esami di profitto.