TRADIZIONE CLASSICA E E INFORMATICA UMANISTICA (INTEGRATO)

Crediti: 
12
Anno accademico di offerta: 
2016/2017
Semestre dell'insegnamento: 
Secondo Semestre
Lingua di insegnamento: 

Italiano

Obiettivi formativi

Tradizione classica. L’insegnamento permetterà l’acquisizione di avanzate conoscenze e capacità di comprensione nel campo della tradizione e ricezione dei testi classici dall’età tardo antica, attraverso il Medioevo, l’Umanesimo e i Rinascimento, fino all’età moderna e contemporanea, permettendo di sviluppare e applicare elementi originali,anche in vista di un elaborato di ricerca . Gli studenti saranno in grado di applicare le conoscenze e le capacità di comprensione acquisite anche in ambiti nuovi e non familiari, anche in un’ottica interdisciplinare, mostrando buone competenze nel collocare gli autori classici nel loro contesto storico-culturale, così da formulare giudizi autonomi e comunicare con chiarezza, utilizzando il lessico appropriato, i risultati delle ricerche affrontate. Ciò permetterà loro di sviluppare quelle capacità di apprendimento necessarie a continuare gli studi in maniera autonoma o a inserirsi proficuamente nel mondo del lavoro.
Informatica umanistica. Il corso ha lo scopo di fornire allo studente adeguate conoscenze in merito agli
elementi che caratterizzano la documentazione digitale attraverso l'evoluzione delle
tecnologie di trattamento dei documenti in ambito informatico.
Conoscenza e capacità di comprensione (knowledge and understanding)
L’insegnamento consentirà agli studenti una comprensione critica approfondita dei
problemi e delle tecnologie relative al trattamento dei documenti digitali. Queste
conoscenze saranno conseguite e supportate con interventi didattici mirati: lezioni,
seminari, conferenze, e saranno vagliate con prove d'esame orali.
Capacità di applicare conoscenza e comprensione (applying knowledge and
understanding)
Lo studio delle metodologie e l'analisi delle tecniche dell’indicizzazione
documentaria produrranno la comprensione della struttura e dei contenuti dei
sistemi di gestione della documentazione in rete. Queste conoscenze, unitamente
alla disamina delle principali questioni giuridiche connesse a queste realtà,
conferiranno abilità di trattamento documentale idonee alla corretta gestione di
documentazione in formato digitale.
Autonomia di giudizio (making judgements)
A conclusione del corso gli studenti, sulla base delle conoscenze analitiche di
impianto sia teorico sia tecnico, dovrebbero aver maturato la capacità di
comprendere le problematiche gestionali di un sistema informativo, nonché di
possedere le fondamentali conoscenze per il recupero dell’informazione in rete e
per l’impianto di una collezione di base di documenti opportunamente indicizzati.
Abilità comunicative (communication skills)
A conclusione del corso gli studenti dovrebbero aver conseguito capacità di
comunicare con chiarezza e di utilizzare l’apposito vocabolario tecnico giuridico
relativo ai temi del corso.
Capacità di apprendimento (learning skills)
L'impegno sul piano teorico e disciplinare dovrebbe conferire agli studenti una certa
padronanza metodologica e abilità di apprendimento utili per l'accesso a future
professioni relative alla comunicazione, al giornalismo, alla gestione dei beni
culturali.

Prerequisiti

Conoscenze informatiche di base.

Contenuti dell'insegnamento

Tradizione classica. I gemelli in scena: la commedia degli equivoci dalla teatro antico al teatro rinascimentale e moderno.
Informatica umanistica.Definizione di documento e documentazione in ambito digitale. Il ciclo di vita del
documento digitale: dalla produzione, alla gestione, alla preservazione.

Programma esteso

Tradizione classica. L'inizio del corso è previsto nella prima parte del secondo semestre

Informatica umanistica.L’inizio del corso è previsto per la seconda parte del secondo semestre

Bibliografia

Tradizione classica. Francesca MencacciI fratelli amici : la rappresentazione dei gemelli nella cultura romana ; saggio introduttivo di Maurizio Bettini
Venezia : Marsilio 1996.
Sono previste letture da Plauto Bacchides, Plauto Menaechmi, Shakespeare, The comedy of errors. Si consigliano per questi testi le edizioni BUR con testi a fronte. Ulteriore bibliografia verrà fornita durante il corso
Informatica umanistica. La bibliografia per l'esame sarà disponibile in tempo utile prima dell'inizio del corso.

Metodi didattici

Tradizione classica. Lezioni frontali e seminari. Gli studenti saranno stimolati a partecipareattivamente alle lezioni attraverso relazioni e seminari.
Informatica umanistica. L'insegnamento è costituito da lezioni frontali e da esercitazioni in classe o in laboratorio.
Durante le lezioni verranno discusse le problematiche generali riguardanti la scienza dell'informazione e lo sviluppo di sistemi per la gestione di banche dati. Il corso sarà affiancato da esercitazioni di gruppo in laboratorio. Le esercitazioni hanno lo scopo di fornire la possibilità a ciascun studente di potersi misurare nella progettazione di soluzioni autonome ai problemi reali che verranno posti. Queste attività saranno programmate in modo che all'interno di ogni esercitazione lo studente possa realizzare praticamente le soluzioni dei problemi delineati in forma teorica durante le lezioni. Supporto della piattaforma Elly per materiale didattico

Modalità verifica apprendimento

Tradizione classica. L’esame consiste in una verifica finale sugli argomenti del programma. Gli studenti dovranno mostrere competenze specialistiche nel campo della tradizione e ricezione dei testi classici, collocando gli autori classici nel loro contesto storico-culturale, Criteri di valutazione : chiarezza nell’esposizione, proprietà di linguaggio, capacità di rielaborazione dei contenuti, capacità di collegamenti interdisciplinari, uso del lessico specialistico, pertinenza delle risposte..
Informatica umanistica. La valutazione finale avverrà attraverso una prova orale sulle tematiche affrontate nel corso delle lezioni e sui testi previsti nella bibliografia d'esame.
. Il punteggio finale dell’esame integrato sarà la media matematica dei punteggi dei moduli di frequenza.