FILOLOGIA CLASSICA

Docenti: 
BIONDI Giuseppe
Codice dell'insegnamento: 
10515*13229*2015*2011*9999
Crediti: 
6
Anno accademico di offerta: 
2016/2017
Settore scientifico disciplinare: 
FILOLOGIA CLASSICA (L-FIL-LET/05)
Semestre dell'insegnamento: 
Secondo Semestre
Lingua dell'insegnamento: 

italiano

Obiettivi formativi

Questo insegnamento costituisce il secondo modulo dell'insegnamento
integrato di Lingua e Letteratura latina da 12 CFU, che è finalizzato all'acquisizione
della conoscenza e capacità di comprensione della lingua e della
letteratura latina e delle metodologie critiche indispensabili alla
traduzione, all'analisi puntuale dei testi e alla loro interpretazione critica.
Questo modulo, focalizzando l'attenzione sui generi poetici e sui maggiori
poeti della classicità, favorirà la comprensione critica dei generi letterari
(Satira latina e poesia bucolica) e delle peculiarità dei diversi autori e la
capacità di collocarli nel loro contesto storico.
In base alle conoscenze linguistiche e letterarie, al termine del corso di
insegnamento gli studenti dovrebbero aver acquisito la capacità di
tradurre e analizzare criticamente i testi della letteratura latina, così da
iniziare a sviluppare autonomia di giudizio nella loro comprensione e
valutazione . Dovrebbero inoltre avere acquisito la capacità di
comunicare con chiarezza espositiva e capacità di sintesi i risultati della
propria attività di studio e aver sviluppato capacità di apprendimento
necessarie per intraprendere studi successivi nell’ambito delle discipline
classiche.
Per consentire il raggiungimento degli obiettivi formativi è prevista la
lettura diretta e l'interpretazione approfondita dei testi del corso
monografico nelle lezioni frontali, che saranno affiancate da altre attività
di didattica assistita per consolidare l'apprendimento della lingua latina
(morfologia e sintassi, fonologia, prosodia e metrica)

Prerequisiti

6 cfu nel settore scientifico disciplinare L-FIL-LET/04

Contenuti dell'insegnamento

Catullo eolico in Orazio lirico
Saranno lette e commentate carmi catulliani e odi oraziane.

Programma esteso

Bibliografia

Parte monografica:
I testi e la bibliografia relativa saranno indicati durante le lezioni.
Parte Istituzionale:
-Morfologia e sintassi;
-A. Traina – G. Bernardi Perini, Propedeutica al latino universitario (tranne
i capitoli VI, VIII, IX), Bologna Pàtron, 2007.
-storia della letteratura latina;
Letture domestiche:
-Seneca, De vita beata;
-Virgilio, Eneide IV

Metodi didattici

L’insegnamento consta di lezioni frontali accompagnate da altre attività
di didattica assistita.
Attraverso le lezioni frontali gli studenti saranno avviati ad un approccio
metodologico ai testi, che tiene conto dei generi letterari e delle
caratteristiche peculiari degli autori affrontati.
Alle lezioni frontali si affiancheranno altre attività didattiche (esercitazioni
e tutorato) per supportare gli studenti nell’acquisizione delle competenze
necessarie ad una corretta lettura e traduzione dei testi, alla
comprensione dei principali fenomeni fonologici, alla lettura metrica. Le
attività di didattica assistita saranno organizzate secondo le diverse
esigenze e i diversi livelli di preparazione degli studenti che seguiranno
l'insegnamento.

Modalità verifica apprendimento

La verifica avviene in sede di esame finale. Consiste in una prova orale
sulle diverse parti del programma con l’obiettivo di verificare:
- la comprensione delle linee di sviluppo fondamentali della letteratura
latina.
- la sicurezza nella lettura e nella traduzione dei testi latini proposti.
- la capacità di analizzare e interpretare criticamente il testo, di
rielaborare i contenuti e di operare collegamenti anche interdisciplinari.
- la chiarezza espositiva, la proprietà di linguaggio, la pertinenza delle
risposte rispetto alle domande poste.
La sufficienza sarà raggiunta se saranno soddisfatti pienamente i primi
due criteri di valutazione e se sarà data una risposta corretta al 60%
delle domande poste, nel rispetto dei criteri sopra enunciati.

Altre informazioni