GRAMMATICA LATINA

Crediti: 
6
Settore scientifico disciplinare: 
LINGUA E LETTERATURA LATINA (L-FIL-LET/04)
Anno accademico di offerta: 
2016/2017
Semestre dell'insegnamento: 
Secondo Semestre
Lingua di insegnamento: 

Italiano

Obiettivi formativi

L'insegnamento di Grammatica latina concorre all'acquisizione di avanzate competenze metodologiche negli studi linguistici e filologici, finalizzate alla traduzione, all'analisi e comprensione critica dei testi latini. Per consentire il raggiungimento degli obiettivi formativi è prevista la lettura diretta e l'interpretazione approfondita dei testi del corso monografico nelle lezioni frontali, che saranno supportate da altre attività di didattica assistita finalizzate all'avvio di un percorso di approfondimento individuale.
Gli studenti dovranno applicare le conoscenze disciplinari nell'elaborazione autonoma di una breve ricerca su un argomento a scelta, traducendo e analizzando testi latini con l’utilizzo degli strumenti bibliografici e delle metodologie appropriate.
A conclusione del corso gli studenti dovrebbero aver conseguito la capacità di affrontare con sicurezza la traduzione di testi anche complessi, di analizzarli e interpretarli con autonomia di giudizio, di operare collegamenti anche interdisciplinari e la capacità di comunicare con chiarezza e proprietà di linguaggio i risultati della propria attività di studio e di ricerca.

Prerequisiti

Il corso presuppone l'acquisizione di almeno 10 crediti nel SSD Lingua e letteratura latina. Per chi avesse già acquisito 18 crediti nello stesso SSD è necessario il superamento di una prova scritta preliminare.

Contenuti dell'insegnamento

Letture dal de clementia di Seneca

Saranno analizzate alcune sezioni dell’opera e si metteranno in evidenza le strategie comunicative, per poter comprendere a fondo il pensiero dell’autore di fronte al potere politico. Particolare attenzione sarà dedicata alla lingua e allo stile di Seneca. Saranno affrontati anche alcuni problemi posti dalla tradizione del testo e dalla sua costituzione.

Una parte delle lezioni sarà dedicata all’approfondimento di alcuni capitoli di morfologia storica del latino (con lettura di testi epigrafici).

Bibliografia

Parte monografica:
I testi saranno distribuiti a lezione.

Bibliografia di riferimento:
Maria Bellincioni, Potere ed etica in Seneca: clementia e voluntas amica, Paideia, Brescia 1984
L. Annaei Senecae, De clementia libri duo, Prolegomeni, testo critico e commento a cura di E. Malaspina, Edizioni dell’Orso, Alessandria 2002.

Gli studenti dovranno affrontare una ricerca individuale, per la quale sarà indicata una bibliografia specifica.

Metodi didattici

Durante le lezioni frontali verranno letti, tradotti e commentati passi tratti dal de clementia di Seneca. Particolare attenzione sarà dedicata alla lingua e allo stile del prosatore.

Gli studenti dovranno applicare le stesse metodologie di analisi in una breve ricerca su un argomento a scelta. A questo percorso individuale saranno avviati con il supporto di attività di didattica assistita, modulata sulle particolari esigenze di coloro che seguiranno l'insegnamento.

Modalità verifica apprendimento

La verifica si realizza attraverso l'esposizione della ricerca individuale, in itinere o in sede di esame finale che verterà anche sulla parte monografica.

L'esame finale consiste in una prova orale sulle parti del programma, nella quale saranno valutate:
- la sicurezza nella lettura e nella traduzione dei testi latini proposti;
- la capacità di analizzare il testo, di rielaborare i contenuti e di fare collegamenti anche interdisciplinari
- la complessità dell’argomento scelto come ricerca individuale e i risultati ivi raggiunti
- la chiarezza espositiva, la proprietà di linguaggio, l'uso del lessico specialistico, la pertinenza delle risposte rispetto alle domande poste.
La sufficienza sarà raggiunta se sarà soddisfatto il primo criterio di valutazione e in caso di risposta corretta al 60% delle domande poste, nel rispetto degli altri criteri sopra enunciati.